che lavoro cerchi? dove?

martedì 25 ottobre 2016

Lavoro in banca: requisiti, stipendi, figure più richieste


Il posto di lavoro in banca rimane in cima alla lista dei desideri degli italiani. Lavorare in un istituto di credito, infatti, può ancora offrire vantaggi contrattuali  (anche se non paragonabili a quelli degli anni che furono), e rappresenta comunque una sorta di status di valore sia per chi si accosta per la prima volta al mondo del lavoro e sia per chi, in possesso di esperienze ed esperienze in altri settori, non disdegnerebbe una svolta professionale di un certo livello.


Requisiti per lavorare in banca
Il requisito basilare per un impiego di questo tipo sono indubbiamente il possesso di una laurea o di un diploma in ambito economico o scientifico, anche se sono i laureati ad andare per la maggiore. Per intenderci, i laureati di discipline economiche e finanziarie, i laureati in ingegneria gestionale, gli esperti di comunicazione, marketing e informatica coprono un buon 80% delle posizioni aperte.
Completano il quadro dei requisiti base la padronanza dei principali strumenti informatici e, sempre più spesso, la conoscenza delle lingue. E non stiamo parlando solo della lingua inglese ma anche del cinese, dell'arabo, del russo e dello spagnolo, per venire incontro alla internazionalizzazione deimercati e ai flussi migratori che stanno cambiando la società.

Le figure professionali che lavorano in banca
Anche la figura classica del bancario è cambiata. Con il crescere dei servizi di home banking, si è assistito però ad un calo di questo tipo delle tradizionali posizioni allo sportello, a favore degli specialisti in operazioni commerciali che si occupano dei pagamenti e del credito alle aziende.
Da segnalare anche la presenza sempre più massiccia dei commerciali esteri: almeno una filiale per città di ogni banca si occupa delle transazioni con l’estero. Il loro pane quotidiano? Lettere di credito, factoring e draft, ma anche sistema SWIFT e altre mansioni di taglio più internazionale.
Da non dimenticare, poi, i promotori finanziari che si occupano della vendita di prodotti finanziari, come investimenti, titoli di debito, titoli di stato, pacchetti di assicurazione sulla vita e fondi di investimento.
Come già anticipato, non mancano gli specialisti di informatica, spesso laureati con master in discipline finanziarie: sistemisti per la rete della banca, sviluppatori software, esperti di big data....
Come dimenticare gli analisti finanziari, i pezzi da novanta che si occupano di individuare possibilità di investimento, studiare ritorni sulle somme investite, studiare nuovi mercati.
Terminiamo la nostra rassegna delle figure professionali che lavorano in banca con i direttori e il personale amministrativo. Oggi è richiesta praticamente ovunque la laurea, che dovrebbe essere o in ingegneria gestionale, oppure in materie economiche.

La carriera professionale in banca
La carriera in banca è una delle più solide e delle più sicure a livello occupazionale e salariale. Il settore impiega il grosso dei dipendenti con contratto a tempo indeterminato e può dunque essere sicuramente interessante per chi è alla ricerca non di un lavoro momentaneo.
Gli stipendi dei dipendenti junior non sono altissimi ma quelli più qualificati che riescono a scalare la carriera possono ottenere delle retribuzioni veramente interessanti, soprattutto ai livelli manageriali.

Volete ancora lavorare in banca? Ecco un po' di opportunità che potrebbero interessarvi:



Post più popolari


Nessun commento:

Posta un commento