che lavoro cerchi? dove?

martedì 24 maggio 2016

CURRICULUM VITAE...OCCHIO ALLA FOTO!


Cercare lavoro è un'attività difficile e stressante, dove i particolari contano in maniera determinante. Questo vale anche e soprattutto per il curriculum vitae, lo strumento con il quale il candidato si presenta all'azienda. Deve sempre essere calibrato e soppesato in ogni suo aspetto, anche quelle apparentemente meno significative. Un esempio? L'inserimento o meno nel cv della propria foto. Una questione, come vedremo di seguito, piuttosto delicata.




La foto è necessaria? Non lo è? Può essere addirittura controproducente? Quale caratteristiche deve eventualmente avere? 

Per rispondere un po' a tutte queste domande abbiamo pensato di affrontare questo annoso argomento in collaborazione con Jobmetoo.com, agenzia per il lavoro che quotidianamente vive tutte le dinamiche legate alla selezione dei candidati.

Partiamo da un punto fermo. Se l'azienda non avanza nessuna richiesta specifica nell'annuncio di lavoro la scelta è assolutamente libera e personale. Di conseguenza decidete se inserire o meno la foto in base alle vostre valutazioni e/o impressioni sul caso specifico.

Se invece la società destinataria del cv ha richiesto esplicitamente l'inserimento di una vostra (per alcune professioni una determinata presenza è fondamentale) c'è poco da valutare: deve essere inserita o allegata.  
In questo caso, ovviamente, è necessario tenere in considerazione eventuali indicazioni dell'azienda in termini di inquadratura, formato e dimensioni.
Attenzione però, anche nel caso in cui venga richiesta genericamente una foto senza alcuna indicazione tecnica, qualche accorgimento è comunque richiesto.

Ecco qualche suggerimento in tal senso:
  • evitare immagini dove compaiono altre persone e/o animali
  • utilizzare una fotografia recente, in linea con la vostra anagrafe
  • fatevi guidare dal buon gusto e dal buon senso: non state aggiornando la vostra pagina Facebook o il vostro profilo Instagram. Quindi al bando situazioni indecorose e troppo frivole, abbigliamento succinto o situazioni troppo personali
  • puntate a una inquadratura che sia il meno "selfie" possibile (fatevi aiutare da qualcuno), preferibilmente che vi ritragga a mezzobusto
  • non è necessario essere in posa in un ambiente lavorativo, si può essere anche all'aperto. Ciò che conta è non “caricaturare” la situazione
  • puntare su una foto di buona qualità e naturale: anche qui non fatevi prendere troppo la mano dagli effetti speciali...
Quindi, per chiudere e sintetizzare: siate sobri, eleganti e professionali ma senza scadere nell'autocelebrazione di sè stessi. E già che ci siete, visto che state cercando lavoro, state all'occhio anche alle foto pubblicate sui social: la maggior parte dei selezionatori, giusto per farsi un'idea complessiva, monitora anche i profili pubblici dei candidati!

Ecco alcuni annunci di lavoro che potrebbero interessarti:



3 commenti: