che lavoro cerchi? dove?

mercoledì 13 aprile 2016

CURRICULUM VITAE: QUALE FORMATO SCEGLIERE


Cercare lavoro è un'attiva piuttosto impegnative e carica di incognite, quindi meglio partire con il piede giusto per cercare di renderla più proficua possibile. Uno dei temi più trattati, in questo senso, riguarda il formato del curriculum vitae: qual è la tipologia ottimale o, quantomeno, la più gradita dai selezionatori?




Le opzioni sono diverse e nessuna può essere considerata come quella che in assoluto può garantire un'efficacia maggiore rispetto alle altre. Alcuni esperti di recruiting optano per il cv in formato europeo, altri per il più evoluto Europass, c'è chi predilige un curriculum discorsivo, chi uno creativo. Da segnalare, inoltre, le ultime tendenze come i cv basati su infografiche o i video-cv.
Ok, ma se non esiste un modello di cv che possa indiscutibilmente essere considerato il migliore, come deve comportarsi il candidato a caccia di un colloquio e, possibilmente, di un lavoro?

Il consiglio più ragionevole è quello di optare per la versione che più si sente in linea con le proprie capacità e peculiarità. Ad esempio un formato europeo o Europass può essere considerato il più semplice da redarre, in quanto le voci sono preinserite e deve solo essere compilato. Al contrario, un cv originale e in formato “libero” sarà più complesso da redarre ma offrirà maggiori opportunità per presentarsi e raccontarsi a tutto tondo.

Una volta individuata la forma, occhio ai contenuti! Il curriculum deve essere scorrevole, ortograficamente corretto, accattivante quanto basta per invogliare alla lettura, chiaro, semplice e non troppo stucchevole.
E' importante tenere sempre in considerazione un aspetto: i selezionatori hanno sempre poco tempo, quindi la completezza delle informazioni deve andare di pari passo con la loro sintesi.

Altre indicazioni riguardano le esperienze professionali e quelle formative: partire dalla più recente e andando a ritroso. Ovviamente non sono da dimenticare le conoscenze linguistiche, così come le eventuali capacità (soft skylls) che caratterizzano il vostro profilo (autonomia, lavoro di team, leadership, ecc).

In sintesi, la forma e il formato contano, ma è decisamente più importante riuscire a organizzare e presentare al meglio le informazioni che si vogliono trasmettere.

Alcuni annunci, riferiti alle persone appartenenti alle Categorie Protette, che potrebbero interessarti

Nessun commento:

Posta un commento