che lavoro cerchi? dove?

sabato 20 febbraio 2016

Cercare e trovare lavoro è un lavoro. Ecco come organizzarsi....


Trovare e cercare lavoro è un lavoro a tutti gli effetti e come tale deve essere considerato. In che senso? Organizzazione, razionalità, attenzione ai dettagli, costanza, determinazione, impegno. Sono solo alcune delle qualità che devono essere messe sul tavolo, come se si trattasse di una vera e propria attività lavorativa. E' chiaro molti di noi sono comunque impegnati in mille altre cose e non esiste la guida perfetta, ma è l'approccio che conta, anzi è fondamentale.



Quindi, occhio a tutte le azioni e alle omissioni che potrebbero compromettere la vostra ricerca. Ok, ma quali potrebbero essere le trappole da evitare? Se lo è chiesto anche la celebre rivista Forbes, che in un interessantissimo articolo passa in rassegna gli 8 errori capitali da non commettere se si vuole essere assunti a breve in un'azienda.

Ecco cosa conviene fare o evitare di fare:
1) Non avere un network di contatti personali e/o professionali diretti. Ben otto assunzioni su dieci avvengono grazie a contatti diretti, Non stiamo parlando di raccomandazioni ma di referenze. Quindi, a fronte di centinaia di curricula spediti, meglio pensare a coltivare i contatti giusti.
2) Avere i requisiti non significa essere ok. In altri termini, in fase di colloquio o nella lettera di presentazione, cercate di individuare e far emergere il valore aggiunto che potreste apportare in azienda.

LEGGI ANCHE: LAVORA CON NOI, AZIENDE CHE ASSUMONO

3) Occhio ai profili social e alla web reputation. LinkedIn, Facebook, Twitter....qualsiasi social network utilizziate prestate attenzione a come lo impostate e lo aggiornate. Ciò che è pubblico può essere la vostra fortuna o la vostra rovina!
4) Cercate di focalizzare il più possibile la vostra ricerca. Non sprecate tempo e risorse su lavori simili o collaterali.
5)  Conoscere le aziende con le quali si deve entrare in contatto. Cercare informazioni sul web per imparare il più possibile su di loro. Un'attività che consente di modulare la propria strategia, dall'invio del cv fino a un eventuale colloquio.
6) Non sputare nel piatto in cui hai si è mangiato sino a ieri. Quindi, non esprimersi negativamente sulle aziende dove si è lavorato.
7) È importante imparare a distinguersi dagli altri candidati che competono con noi per la medesima posizione.
8) Investire su sé stessi. Pensare a un piccolo budget per acquistare eventuali servizi online: pacchetti premium sui social (vedi LinkeIn), corsi di formazione per affinare determinate competenze, consulenza di professionisti (ad esempio revisione del cv o servizi di coaching).

Che dire, anche approcciando professionalmente la ricerca di un impiego non è detto che il risultato arrivi come per incanto, Però è altrettanto vero che partire con il piede giusto e mantenere la rotta senza commettere errori fatali sono comunque le prerogative basilari per trovare il lavoro giusto.

LEGGI ANCHE:
CERCARE E TROVARE LAVORO
LAVORO E SOCIAL NETWORK



Nessun commento:

Posta un commento