che lavoro cerchi? dove?

domenica 21 febbraio 2016

AL VIA IL PROGETTO "IMPARARE LAVORANDO, IN ITALIA SI PUO'"


A proposito di iniziative e progetti finalizzati alla promozione dell'occupazione, segnaliamo ai nostri lettori che da poche settimane è online la nuova sezione che il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali dedica alla sperimentazione del Sistema duale in Italia. Un vera e propria piattaforma informativa intitolata "Imparare lavorando. In Italia si può".



DI COSA SI TRATTA
Grazie all’attenzione posta dalla “Buona Scuola” e dal Jobs Act al collegamento tra il mondo della scuola e quello del lavoro, nel nostro Paese si apre la strada a un cambiamento culturale nel rapporto tra formazione e lavoro, finalizzato a rendere complementare l’apprendimento formale con quello pratico.
Quindi, parlando di obiettivi, il sistema duale intende favorire l’occupabilità giovanile, promuovendo l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, nonché contrastare la dispersione scolastica. L’altro scopo prioritario è colmare quello che viene definito dagli esperti lo skills gap, ovvero la mancanza di competenze legate alle esperienze nei contesti professionali e lavorativi che completano la formazione di base degli studenti, riconducibili alla categoria delle c.d. soft skills.

DESTINATARI
La sperimentazione è rivolta a tutti i giovani che hanno assolto l’obbligo scolastico e intendono proseguire il loro percorso formativo iscrivendosi ai corsi di istruzione e formazione professionale (IeFP) optando per un sistema duale di formazione, ossia una formazione organicamente raccordata con una esperienza lavorativa, anche attraverso il contratto di apprendistato.

LEGGI ANCHE: ASSUNZIONI IN ITALIA 2016

PARLIAMO DI CIFRE
Saranno circa 60 mila i giovani che, nell’arco del biennio di sperimentazione, potranno conseguire i titoli di studio (relativi solo ed esclusivamente alla IeFP) con percorsi formativi che prevedono, attraverso modalità diverse, una effettiva alternanza scuola-lavoro. L’apprendimento in impresa potrà avvenire tramite un contratto di apprendistato di primo livello, oppure, si realizzerà attraverso l’introduzione dell’alternanza “rafforzata” di  400 ore annue, a partire dal secondo anno del percorso di istruzione e formazione professionale.
I giovani, inoltre, potranno contare sul supporto e sulla consulenza dei Centri di formazione professionale coinvolti nella sperimentazione, che saranno complessivamente 300.


INFORMAZIONI
Al fine di informare sia i giovani che le loro famiglie sul sistema duale e sulle tematiche ad esso connesse, è possibile consultare il sito www.sistemaduale.lavoro.gov.it che illustra i punti essenziali suddivisi in sei macroaree: Formazione professionale; Alternanza scuola-lavoro; Impresa simulata; Apprendistato; Il sistema duale; La sperimentazione. Non manca, infine, una sezione News con le ultime dal Governo e dal Ministero.
All’interno del sito i ragazzi potranno compilare un form con i propri dati per ricevere gli aggiornamenti sui centri di formazione professionale, sui corsi attivati sul territorio nazionale e su tutte le novità relative al sistema duale.

VIDEO PRESENTAZIONE


Nessun commento:

Posta un commento