che lavoro cerchi? dove?

giovedì 19 febbraio 2015

SELEZIONE DEL PERSONALE, LE FIGURE PROFESSIONALI E LE COMPETENZE PIU' RICHIESTE NEL 2015

Quali saranno i trend, o meglio, le principali tendenze che caratterizzeranno il mercato della selezione del personale nei prossimi 12 mesi? Quali saranno le figure professionali o le competenze più richieste? Queste domande se le sono poste anche consulenti Hays, uno dei gruppi leader a livello globale nella selezione di middle e top management, che sulla questione hanno condotto una vera e propria ricerca.

Dopo un 2014 ancora travagliato, il 2015 potrebbe essere l’anno della svolta - afferma Alessandro Bossi, Hays Italia Director – C’è fermento nell’aria tra gli addetti ai lavori, anche grazie all’entrata in vigore del Jobs Act che ci si augura possa procurare nuovo slancio occupazionale alla nostra economia”. Già nelle prime settimane dell’anno, si è registrato un clima di moderato ottimismo tra le imprese e il gruppo Hays ha totalizzato un aumento tra il 15 e il 20% nelle richiesta di professionisti. “Un trend – continua Bossi – che speriamo caratterizzerà il mercato per tutti i nei mesi del 2015”.




E secondo i recruiters Hays, saranno 5 le tendenze che guideranno il mercato del lavoro nel 2015:

MOBILE OPTIMIZATION
La fruizione di contenuti, l’e-shop e l’accesso ai social network da mobile hanno raggiunto piena maturazione e stanno favorendo lo sviluppo di diverse aree di specializzazione, ciascuna delle quali richiede professionisti con competenze ad hoc. “Nei prossimi mesi - continua Bossi - prevediamo un incremento nelle ricerche di professionisti con skill in ambito SEO/SEM, Analisti dati web e Social Media manager. Non vanno infine dimenticati gli Sviluppatori Mobile (iOS e Android)”. Le logiche SEO e il mondo delle fruizione da mobile, sono destinati a diventare sempre più importanti e centrali nelle strategie di marketing aziendale.

BIG DATA
La capacità di rielaborare enormi quantità di dati e informazioni (quasi) in tempo reale diventerà uno dei principali trend della selezione del 2015. Assisteremo pertanto ad un aumento della domanda di IT Project Manager e di Business Analysts, entrambi ruoli principe nella rielaborazione e nell’analisi dei dati. Ma non solo. L’aumento della richiesta degli “scienziati dei dati” sarà dettata anche dalla necessità di prevedere, riconoscere e decodificare schemi e modelli di dati cruciali per il successo aziendale.

PROFESSIONISTI ULTRA-SPECIALIZZATI

Nei prossimi mesi il divario tra specializzazioni disponibili sul mercato del lavoro e richiesta delle aziende è destinato ad ampliarsi. In fase di ripresa dell’economia, le imprese avranno maggiore necessità di forza lavoro altamente specializzata. Tra le figure maggiormente ricercate, avranno sicuramente un ruolo chiave gli Sviluppatori Web e gli eCommerce Manager. Sempre molto ricercate anche i CFO Controller (in ambito Finance) e le figure ingegneristiche nel mercato Oil and Gas.

CHIEF MARKETING OFFICER
La rapida evoluzione del mercato digital, oltre ad aver modificato l’organizzazione di molte aziende, ha favorito una progressiva contaminazione tra Marketing e IT. “Di conseguenza – commenta Bossi - una tra le figure più ricercate dalle Risorse Umane sarà sicuramente il Chief Marketing Officer (CMO), un professionista ibrido che si divide tra marketing puro e mondo digitale”. Al CMO spetterà il compito di analizzare e interpretare le tendenze al fine di rafforzare la leadership del proprio business.

RICERCA E SVILUPPO
In una fase economica che strizza l’occhio alla ripresa, innovazione è un’altra parola chiave per essere competitivi e appetibili sul mercato. “Ecco perché sarà indispensabile - afferma Bossi - avere nel proprio organico Responsabili Ricerca & Sviluppo attivamente coinvolti nel processo di ideazione di nuovi prodotti o servizi, dotati di una visione lungimirante e capaci di interpretare e prevedere i futuri sviluppi del mercato”.

Infine – aggiunge Bossi – va presa in considerazione un’altra importante tendenza che sta interessando tutto il mondo del lavoro. L’incontro tra domanda e offerta avviene sempre più spesso via dispositivo mobile”. Secondo un recente sondaggio condotto da Hays a livello internazionale, infatti, circa il 25% dei professionisti utilizza il proprio smartphone per scandagliare il web alla ricerca di nuove opportunità lavorative. Un dato destinato a crescere, considerando l’incidenza che i dispositivi mobile hanno nella quotidianità. E che spingerà un numero sempre maggiore di imprese a sviluppare interfacce di ricerca del personale mobile responsive.

LEGGI ANCHE: RICERCHE E STUDI SUL MERCATO DEL LAVORO




Nessun commento:

Posta un commento