che lavoro cerchi? dove?

martedì 20 gennaio 2015

ITALIA, BEN 3,6 MILIONI DI DISOCCUPATI SONO "INATTIVI"

In Italia ammontano a oltre 3,6 milioni i disoccupati o gli inoccupati che, pur essendo disponibili a trovare un lavoro, di fatto non lo cercano! In pratica il 14,2% della forza lavoro, più del triplo rispetto alla media dell'Unione Europea che è del 4,1%. E' uno dei tanti aspetti che emergono grazie a Eurostat (Istituto di Statistica Europeo), che ha pubblicato uno studio sul terzo trimestre 2014 che conferma quanto la popolazione dei senza lavoro "inattivi" stia comunque crescendo ovunque.

Si tratta di persone considerate inattive (non hanno fatto ricerche di lavoro nelle quattro settimane precedenti la rilevazione) anche a causa della sfiducia nella possibilità di poter trovare occupazione ma disponibili a un eventuale impiego. In Europa la percentuale di queste persone è aumentata di 0,2 punti percentuali mentre in Italia è cresciuta di 1,1 punti. In Germania la percentuale complessiva di coloro che non cercano lavoro ma sono disponibili è ferma all'1,2% ma anche in Grecia con la disoccupazione oltre il 25% quest'area è stabile all'1,9%. L'Italia su questo dato è spaccata in due con percentuali al Nord del 6,5% (vicine alla media europea) e il Sud che sprofonda con il 30,7% (su 100 forze lavoro tra i 15 e i 74 anni) che non cerca impiego pur essendo disponibile a lavorare (quasi il 48% tra le donne).

Maggiori dettagli sull'argomento sul sito ufficiale Eurostat, basta cliccare sul link che segue:
ITALIA, 3,6 MILIONI DI DISOCCUPATI "INATTIVI"

Altre notizie simili cliccando sul quest'altro link:
STUDI E RICERCHE SUL MERCATO DEL LAVORO




Nessun commento:

Posta un commento