che lavoro cerchi? dove?

giovedì 3 gennaio 2013

ASPL E MINI-ASPL, NUOVE INDENNITA' DI DISOCCUPAZIONE 2013

Per chi non lo sapesse, dal 1° gennaio 2013 sono operative due nuove indennità di disoccupazione introdotte dalla legge di riforma 92/2012. Sono denominate ASpI (assicurazione sociale per l’impiego) e mini-ASpI: in pratica andranno a sostituire le attuali prestazioni di disoccupazione ordinaria non agricola a requisiti normali, disoccupazione ordinaria non agricola a requisiti ridotti, disoccupazione speciale edile e mobilità.

Potranno accedere a queste prestazioni (più generose in termini economici e meno stringenti in termini di requisiti) i lavoratori dipendenti, compresi gli apprendisti, i soci lavoratori di cooperativa che abbiano stabilito un rapporto di lavoro in forma subordinata.

Indennità di disoccupazione ordinaria ASPL
L'indennità è riconosciuta ai lavoratori che siano in possesso dei seguenti requisiti :
a)  siano in stato di disoccupazione comprovato dalla presentazione di una dichiarazione dell’interessato presso il servizio competente nel cui ambito territoriale si trovi il domicilio del medesimo, anche telematicamente.
b)  lo stato di disoccupazione deve essere involontario, con esclusione, quindi, dei lavoratori il cui rapporto di lavoro sia cessato a seguito di dimissioni o di risoluzione consensuale.
c)   possano far valere almeno due anni di assicurazione: devono essere trascorsi almeno due anni dal versamento del primo contributo contro la disoccupazione. Si precisa che il biennio viene determinato a decorrere dal primo giorno in cui il lavoratore risulta disoccupato.
d)  possano far valere almeno un anno di contribuzione contro la disoccupazione (contributo DS e/o contributo ASpI) nel biennio precedente l'inizio del periodo di disoccupazione.
L'indennità mensile è rapportata alla retribuzione media mensile, così determinata, ed è pari al 75 per cento nei casi in cui quest’ultima sia pari o inferiore per il 2013 all'importo di 1.180 euro mensili; nei casi in cui sia superiore al predetto importo, l'indennità è pari al 75 per cento di 1.180 euro incrementata di una somma pari al 25 per cento del differenziale tra la retribuzione mensile e il predetto importo.
All'indennità si applica una riduzione del 15 per cento dopo i primi sei mesi di fruizione e di un ulteriore 15 per cento dopo il dodicesimo mese di fruizione.
Le nuove norme prevedono un graduale aumento della durata della prestazione, collegata all’età anagrafica del lavoratore al momento della cessazione del rapporto di lavoro, distribuito nell’arco dei prossimi tre anni.

Indennità di disoccupazione mini-ASpI
Come anticipato, la mini-ASpI è la prestazione che sostituisce l’indennità di disoccupazione ordinaria non agricola a requisiti ridotti ed è erogata per i nuovi eventi di disoccupazione che si verificano dal 1 gennaio 2013.
L'indennità è riconosciuta ai lavoratori che, a partire dal 1° gennaio 2013, abbiano perduto involontariamente la propria occupazione e che presentino i seguenti requisiti: possano far valere lo status di disoccupato; possano far valere almeno 13 settimane di contribuzione da attività lavorativa negli ultimi 12 mesi precedenti l'inizio del periodo di disoccupazione, per la quale siano stati versati o siano dovuti contributi per l’assicurazione obbligatoria. Non è richiesto il requisito dell’anzianità assicurativa.
L'indennità è corrisposta mensilmente per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione nei dodici mesi precedenti la data di cessazione del rapporto di lavoro, detratti i periodi di indennità eventualmente fruiti nel periodo.

MOLTO IMPORTANTE.....
Si precisa che, in presenza di una domanda di indennità di disoccupazione ASpI per la quale non risultino soddisfatti i requisiti per il diritto, a fronte di esplicita indicazione da parte del lavoratore richiedente da esprimersi secondo le modalità riportate nella domanda telematica, saranno verificati, in alternativa, i presupposti per la concessione ed il pagamento dell’indennità di disoccupazione mini-ASpI.


Maggiori informazioni tecniche e normative cliccando sul link che segue:
ASPL E MINI-ASPL, NUOVE INDENNITA' DI DISOCCUPAZIONE 2013
Disoccupazione, Mercato del lavoro, Inps, Lavoro Italia,

Nessun commento:

Posta un commento