che lavoro cerchi? dove?

lunedì 24 dicembre 2012

IL NUOVO CONTRATTO DI APPRENDISTATO IN ITALIA


Per chi vuole sapere tutto sul nuovo contratto di apprendistato in Italia, segnaliamo un riferimento online molto importante: il nuovo sito www.nuovoapprendistato.gov.it.
Si tratta di un portale informativo gestito da Isfol e Italia Lavoro per conto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, una utilissima risorsa per aziende e candidati con tutte le indicazioni, i consigli, la normativa, le buone pratiche e le istruzioni per l’uso.

Per chi non lo sapesse "Nuovo Apprendistato" è il contratto attraverso il quale i giovani possono entrare nel mondo del lavoro, per formarsi e lavorare in una prospettiva di stabilità. Si applica seguendo le disposizioni di ciascuna Regione a partire dai Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro. Dura da 6 mesi a 3 anni, fatta eccezione per il diploma quadriennale regionale (4 anni) e per particolari profili artigiani (5 anni).
I vantaggi per per l’impresa consistono in notevoli sgravi contributivi, nel finanziamento della formazione con i Fondi Paritetici Interprofessionali, nella possibilità di formazione di figure professionali specifiche. L'apprendista puo' invece contare su un piano formativo e presenza di tutor, sulla garanzia della durata minima della prestazione e su sicure coperture assicurative.
In sintesi, ai giovani permette di avere un contratto di lavoro per imparare a svolgere ruoli aziendali e per conseguire un titolo di studio. Alle imprese consente di ottenere incentivi contribuitivi e previdenziali, formazione mirata di figure professionali.

Ecco quali sono le tipologie contrattuali previste dal Nuovo Apprendistato:

  • Apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale (per giovani dai 15 a 25 anni).
  • Apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere (per giovani da 18 a 29 anni).
  • Apprendistato di alta formazione e ricerca (per giovani da 18 a 29 anni) che offre la possibilità di ottenere un diploma di scuola superiore, un titolo universitario e alta formazione (anche dottorato di ricerca), una specializzazione tecnica, un praticantato e accesso alle professioni regolate da Ordini.


    Ecco un video prodotto da Isfol per presentare il Nuovo Apprendistato anche con testimonianze dirette:


Per collegarvi al sito governativo cliccate su quest'altro link:
IL NUOVO CONTRATTO DI APPRENDISTATO IN ITALIA

Nessun commento:

Posta un commento